domenica 5 novembre 2017

Ricette. Pane di platano

Oggi vi propongo una ricetta particolare:
il pane di platano.

Il platano o banana platano è un frutto tipico delle regioni tropicali, è simile alle classiche banane ma un po più grande, circa 1/3 più grande e a differenza delle banane è molto ricco di amido e meno di zuccheri.
Il frutto solitamente si mangia previa cottura. Quando è completamente verde è acerbo, ha un sapore neutro che ricorda la patata e non va mai mangiato crudo. Si usa per ricette salate, prevalentemente fritto o comunque  cotto, si fanno per esempio ptrime piadine, focacce, la pasta della pizza e ovviamente il pane.

Quando la buccia è gialla-nera significa che la maturazione è raggiunta, il gusto in questo caso è dolce e viene usato per preparare torte e piatti dolci.
Per la ricetta che vi propongo servono platani dalla buccia verde.

Li trovate nel reparto ortofrutta dei grandi ipermercati o nei negozi etnici.
Il procedimento è davvero semplicissimo (e si sporca pochissimo, il che non guasta mai!) in quanto va tutto frullato nel mixer.

Ingredienti

2 platani verdi
1 uovo
2 cucchiai di olio di oliva
1 cucchiaio di farina di mandorle
Origano
Olive verdi o/e nere
Sale
Un cucchiaino di bicarbonato di sodio attivato con succo di limone


Procedimento

Innanzitutto bisogna pelare il platano aiutandosi con un coltello perché la buccia quando è verde è molto dura.
La polpa è chiara e densa e va fatta a pezzetti e messa nel mixer.


Aggiungere nel mixer un uovo intero, 2 cucchiai di olio d'oliva extravergine, origano a piacere, qualche oliva verde o nera (io di solito ne metto una decina), un cucchiaio di farina di mandorle e sale quanto basta. Frullare il tutto a più riprese.




A parte in una tazzina mettete un cucchiaino di bicarbonato di sodio e attivatelo con qualche goccia di limone fino a che il bicarbonato diventerà frizzante.


Aggiungetelo al composto nel mixer e frullate di nuovo.
ll composto deve essere denso e morbido, la consistenza tale da poter travasare il composto aiutandosi con il cucchiaio.


Trasferire tutto su una teglia ricoperta di carta da forno o in un contenitore adatto al forno e infornare per 30/40 minuti a 180 gradi con forno ventilato.

E voilà!
Ha un gusto ovviamente diverso dal pane, ma è ugualmente buonissimo sia così al naturale sia spalmato con burro e marmellata sia accompagnato a dei salumi.
E' senza glutine e adatto a chi segue una dieta paleo.






venerdì 1 settembre 2017

Viaggi. Laguna Beach

Ultima tappa del nostro viaggio di nozze. 
New York, Toronto, Yellowstone, San Francisco, Monterey, Big Sur, Laguna Beach.
Da tanto atteso, intensamente desiderato, tanto sperato. 
Sembrava impossibile ma quel giorno era finalmente arrivato. 
Non era più solo un sogno. 
Ma la realtà.

Il mio è il diario delle emozioni che ho provato in quei giorni..
Immagini, suoni, odori..
Tutto quello che mi ha colpito, quello che è rimasto impresso nella mia mente e nel mio cuore.


Laguna Beach






Ho aspettato tanto per scrivere questo post sull'ultima tappa del Viaggio di nozze.. 
Che nostalgia, che malinconia scrivere questo post.. Quanti ricordi.. Quante emozioni..


Perché? 
Perché era un po come mettere la parola fine a un sogno. 
Vederlo realizzarsi è stata la cosa più bella. E come tutte le cose belle non se ne ha mai abbastanza! 





Ricordo ancora come fosse ieri il suono dell'oceano..

L' infrangersi inesorabile delle onde sugli scogli mi infondeva serenità..
Quella dolce melodia che curava il mio spirito inquieto..
La forza delle onde mi donava calma..
Mi faceva stare meglio..



Sapete l'ho registrato l'oceano..
E ogni volta che l'inquietudine mi prende me lo ascolto e mi aiuta un po a rivivere quelle sensazioni e a mandar via quel malessere interiore..






È bella Laguna Beach. 
È proprio come nei film. 
Tanti bei negozietti. 
Tanta arte. 
Tante belle persone, sorridenti e gentili. 
Tutto pulito e in ordine.

È uno di quei posti che ti sembrano finti da quanto perfetti. 
Lì ti senti in pace col mondo. 
Lontana dai problemi.
Libera dalle preoccupazioni.
Rigenerata.
Ricaricata.
Positiva.

Lì mi sarei fermata per sempre. 





martedì 29 agosto 2017

Ricette. Spaghetti con zucchine, avocado e ciliegino

Oggi vi presento una ricetta che mi sta dando tante soddisfazioni! 
Ho scoperto l'avocado durante il viaggio di nozze negli States, lì viene usato spessissimo in panini e bruschette. 
Questa è una ricetta tutta italiana, semplice e veloce, salutare e cruelty free.

Dosi per 2 persone

170 gr di spaghetti grossi (vanno bene anche le linguine)
Metà avocado
1 zucchina
Pomodorini ciliegino a piacere
Sale
Olio extravergine di oliva
Qualche goccia di limone


Per prima cosa bisogna tagliare la zucchina a fette sottili nel senso della lunghezza, le fettine vanno poi grigliate e tagliate per lungo a listerelle.
Poi lavate i pomodorini e tagliateli a metà.
Mettete a bollire l'acqua e pesate gli spaghetti.
Quando la pasta è cotta, scolatela, rimettetela nella pentola e unite le zucchine grigliate, i pomodorini e un filo di olio extravergine di oliva.
Per ultimo a fuoco spento aggiungete l'avocado tagliato a pezzettini.

Mescolate il tutto, aggiungete ancora un filo di olio extravergine di oliva, qualche goccia di limone e servite.


Buon appetito :)


Qualche info utile sull'avocado.

Esistono diverse qualità di avocado che variano per dimensione, forma, colore, texture della buccia e ovviamente gusto.

Viversano.net

L'avocado, oltre ad essere buono, ha molte proprietà benefiche:
  • Contiene grassi buoni, quelli monoinsaturi che sono utili per mantenere in salute il cuore; il consumo regolare di avocado favorisce infatti la riduzione del colesterolo cattivo e dei trigliceridi, aumentando il colesterolo buono (HDL) e mantenendo così in salute il cuore.
  • Aumenta il senso di sazietà aiutando così a mantenere il giusto peso corporeo.
  • È ricco di folati, sostanze nutritive che promuovono la sviluppo dei tessuti e di nuove cellule, particolarmente importanti in alcune fasi della vita come la gravidanza, l’allattamento e i primissimi anni di vita.
  • È ricco di composti ad azione anti-infiammatoria e antiossidante e protegge il nostro organismo dall’azione dei radicali liberi.


sabato 8 luglio 2017

Riflessioni. Citazioni e traduzioni

Ieri mentre ero a casa di mia mamma ho trovato una sua vecchia t-shirt dentro a uno scatolone di abiti che non usava più, aveva scritto davanti una frase che mi è piaciuta molto


Curiosa ho cercato poi on line di chi fosse ma l'autore sembrerebbe sconosciuto.. 
Comunque ho trovato la citazione completa:

She had the heart of a hippie, 
the spirit of fairy, 
and the soul of gypsy. 
She wore flowers in her hair 
and carried magic secrets in eyes. 
She could not be contained 
but when he found her; 
he held her and 
looked into her, 
not at her. 
No more would she lust for wondering wanderlust, 
wonderland found her.

Traduzione
Aveva il cuore di una hippie,
Lo spirito di una fata,
E l'anima di una zingara.
Aveva fiori tra i suoi capelli
E negli occhi nascondeva magici segreti.
Non si poteva trattenerla
Ma quando lui la trovò,
La tenne stretta a sé e
Guardò dentro di lei
Non lei.
Lei non avrebbe più avuto voglia di girovagare in posti nuovi meravigliata,
Il paese delle meraviglie aveva trovato lei.

In inglese rende molto di più! 
Certe parole hanno più di una traduzione in italiano e come sempre con le traduzioni qualcosa della lingua originale, qualche sfumatura sottile, va un po persa.. Tradurre non vuol dire solo "sostituire le parole in una lingua con le stesse in un'altra", bisogna anche risolvere problemi creati da parole o frasi intraducibili e, in un certo senso, riscrivere il testo. E in questo processo molto dell'originale va purtroppo perso.
Ogni lingua ad esempio ha le sue espressioni tipiche; conoscerle è affascinante perché fanno capire meglio la cultura di un paese, di un popolo.
Tradotti alla lettera alcuni modi di dire non hanno proprio senso, perciò il traduttore deve capire cosa significano nella lingua di partenza e poi trovare un' espressione equivalente o simile nella lingua di arrivo che mantenga il senso, il significato originale pur con parole diverse. 

Il mondo della traduzione mi ha sempre affascinata, l'interprete che traduce un' opera in lingua straniera ha un ruolo importantissimo: deve prima entrare nel testo, capire cosa l'autore vuole comunicare e poi deve trovare un modo, il più fedele possibile, per rendere quelle parole in un'altra lingua. 
Sicuramente un mestiere difficile e impegnativo ma a mio avviso stimolante, creativo e appagante.