venerdì 31 marzo 2017

Viaggi. San Francisco

Quarta tappa del nostro viaggio di nozze. 
New York, Toronto, Yellowstone, San Francisco, Monterey, Big Sur, Laguna Beach.
Da tanto atteso, intensamente desiderato, tanto sperato. 
Sembrava impossibile ma quel giorno era finalmente arrivato. 
Non era più solo un sogno. 
Ma la realtà.

Il mio è il diario delle emozioni che ho provato in quei giorni..
Immagini, suoni, odori..
Tutto quello che mi ha colpito, quello che è rimasto impresso nella mia mente e nel mio cuore.

San Francisco.


Frizzante e solare come le persone che la abitano.
Ventosa e fresca come l'aria che si respira e che ti scompiglia i capelli accarezzandoti il viso.
Nebbiosa al mattino e sempre soleggiata di giorno.
San Francisco è una città magica che ti conquista piano piano.








Ci si sente al centro di qualcosa di importante, c'è energia nell'aria, grande fervore. Dopotutto lì, a poche miglia, c'è la Silicon valley con tutte le più importanti e innovative aziende tecnologiche del mondo.



Abbiamo mangiato benissimo a San Francisco, il pesce e il famoso granchio al Fisherman's Wharf con i leoni marini sdraiati al sole sul porticciolo del Pier 39.



..e dopo 15 giorni di astinenza dalla nostra adorata pasta non abbiamo resistito e siamo andati in Columbus Ave, la Little Italy di San Francisco..

lì abbiamo trovato un posticino stupendo, piccolino, una mezza via tra un negozietto di alimentari e un ristorantino, The Italian Homemade Company, dove ci siamo sbafati lasagne, pastasciutta, gnocchi e tiramisù... tutto buonissimo!




Ma non ci sono solo cose belle a San Francisco, perché come ogni grande città ha le sue diversità e contraddizioni: 
accanto alla ricchezza ostentata c'è una povertà impressionante. 

Case e casine bellissime, super macchine lussuose, tanti negozi di marchi prestigiosi.
E nelle strade vicine uomini e donne, vecchi e giovani, devastati, stesi per terra tra i loro stracci, con i vestiti logori e gli occhi persi.
Ci hanno detto che molti sono reduci di guerra, tornati distrutti nel corpo, nell'anima e nella mente. 
Alcuni erano mutilati, altri sotto l'effetto di droghe urlavano, ballavano, parlavano da soli, altri ancora semplicemente pazzi. 
Anime in pena che vagano.

Non sono pericolosi e di solito non importunano la gente ma fa tanta tristezza vederli così mentre tu sei lì spensierato in vacanza, 
fa anche paura perché non sai cosa aspettarti, 
e rabbia perché in un paese dalle tante, troppe, opportunità non ci si aspetta che chi rimane indietro venga abbandonato così.

Alloggiavamo sulla Market Street, lì vicino ci sono i centri sociali, probabilmente se il nostro hotel fosse stato in un'altra zona non li avremmo notati.

Ho visto un' umanità disperata che ferisce, che non può lasciarti indifferente.
Per me è stato un pugno nello stomaco. 
Che non dimenticherò.








giovedì 30 marzo 2017

Viaggi. Yellowstone National Park

Terza tappa del nostro viaggio di nozze. 
New York, Toronto, Yellowstone, San Francisco, Monterey, Big Sur, Laguna Beach.
Da tanto atteso, intensamente desiderato, tanto sperato. 
Sembrava impossibile ma quel giorno era finalmente arrivato. 
Non era più solo un sogno. 
Ma la realtà.

Il mio è il diario delle emozioni che ho provato in quei giorni..
Immagini, suoni, odori..
Tutto quello che mi ha colpito, quello che è rimasto impresso nella mia mente e nel mio cuore.

Yellowstone National Park.



Natura selvaggia. 
Natura incontaminata.
Praterie interminabili.
Paesaggi mozzafiato. 
Vallate e canyon spettacolari.
Sorgenti termali e geyser alti quanto grattacieli.
Fiumi e pozze d'acqua variopinti dei colori di smeraldi e zaffiri.
Terrazzamenti in pietra e cascate da brivido.





Animali ormai rari: orsi grizzly, linci, aquile di mare dalla testa bianca, corvi, puma, cape delle nevi, orsi neri baribal, pecore delle montagne rocciose bighorn, alci, bisonti, lupi grigi, cervi muli e cervi wapiti (culi bianchi)...








Il più antico parco nazionale americano anzi del mondo, Patrimonio dell'Umanità, straordinario ecosistema per la presenza di fenomeni idrogeologici e geografici unici, è un "Supervulcano". 
L'ultima eruzione risale a 640 mila anni fa, ed è da allora che il supervulcano dorme un sonno tranquillo, regalando però fenomeni idrotermali spettacolari.

L'aria che si respira, i repentini cambiamenti climatici (siamo arrivati con il sole splendente e le maniche corte e il giorno dopo ci siamo svegliati sotto la neve!), la calma e la pace, ma anche l'energia e la forza della natura, è un posto dove si può ritrovare se stessi, dove l'anima e il corpo si ricaricano di una linfa vitale primitiva, primordiale, essenziale.

Il paesaggio mutevole e immutato e i colori.. 
Sì sono i colori la cosa che più mi ha colpito, così forti, intensi, vivi e in contrasto da sembrare quasi irreali, tanta è la meraviglia che suscitano.

Le foto non rendono l'idea dell'immensa bellezza della natura, non riescono a darti quello che vedono gli occhi. Con le foto si perde tanto ma almeno riguardandole ti ritornano in mente quei giorni, quei passaggi, l'aria che si respirava in quei momenti indimenticabili...












E' un posto che porterò sempre con me, mi rimarrà per sempre impresso nella mente e nell'anima. 
Un'esperienza unica e rara, a cui attingere con i ricordi quando avrò bisogno di calma, pace ed energia.


Viaggi. Toronto

Seconda tappa del nostro viaggio di nozze. 
New York, Toronto, Yellowstone, San Francisco, Monterey, Big Sur, Laguna Beach.
Da tanto atteso, intensamente desiderato, tanto sperato. 
Sembrava impossibile ma quel giorno era finalmente arrivato. 
Non era più solo un sogno. 
Ma la realtà.

Il mio è il diario delle emozioni che ho provato in quei giorni..
Immagini, suoni, odori..
Tutto quello che mi ha colpito, quello che è rimasto impresso nella mia mente e nel mio cuore.

Toronto.


Ci sono stata troppo poco per poter apprezzare e vivere pienamente l'atmosfera di questa città canadese, ma quello che ho visto mi è piaciuto un sacco!

Antico e moderno s'incontrano.
Grattacieli, giganti di acciaio e vetro sorgono accanto a splendidi palazzi in vari stili architettonici e antiche chiese.



Toronto è Canada ma assomiglia molto ai vicinissimi Stati Uniti.
L'ho sentita come una città giovane: per strada mi ha colpito il sorriso della gente che camminava, ho visto tanta gentilezza e le strade erano tutte sempre pulite.
Alberi e piante sovrastano ogni quartiere della città regalando scorci da levare il fiato. Ci sono tanti spazi verdi dove è facile incontrate scoiattoli neri e marroni rincorrersi su e giù per gli alberi in cerca di giande.


A soli 10 minuti di traghetto dal porto della città si arriva alle Toronto Island: una piccola oasi naturale piena di verde e di spiagge. 





Vento e nuvole, sole e pioggia ci hanno accompagnati alla scoperta di questo incantevole parco. Camminare nel verde tra bellissimi alberi e fiori colorati, ammirare le spiagge e l'oceano, e rilassarsi con una vista fantastica dello skyline della città non ha prezzo.





Recensione. VeraLab - Luce Liquida Day lotion illuminante


Dal sito Bellavera
Descrizione
Serve a rendere la nostra pelle più luminosa e compatta. È una lozione con una piccola quantità di acido salicilico che grazie a una azione progressiva affina la grana della pelle, riduce i pori dilatati, combatte e previene le impurità donando tantissima luce all'incarnato “spento”.

A chi è indicata?

A chi ha una pelle mista e soggetta a pori dilatati e impurità, a chi vuol dare vitalità a un colorito spento, e a chi vuole vedere la propria pelle acquisire lucentezza giorno dopo giorno.

Modalità d'uso

Si tampona sul viso pulito 1 o 2 volte al giorno a seconda della necessità con un dischetto di cotone.
Se la pelle è solo spenta può bastare una sola volta, su pelli più impure è preferibile due.

Texture

Trasparente, liquida.

Inci
aqua, salicylic acid, ethyl ascorbic acid, phenoxyethanol, polydextrose, niacinamide, dextrin, amylopectin, inulin, ethylhexylglycerin, alpha-glucan oligosaccharide

Confezione: flacone da 100 ml
Prezzo: € 20,00


Bellavera.it

Recensione
Si tratta di una lozione leggermente esfoliante a base di acido salicilico, che aiuta a togliere la parte superficiale ed ossidata dei punti neri e ha anche un certo effetto antibatterico;
vitamina C che è un buon antiossidante, in grado di neutralizzare i principali radicali ossidanti e aiuta la formazione del collagene;
niacinamide che stimola il rinnovamento cellulare e contribuisce a far si che l'epidermide sia integra e compatta, ha un'azione antiossidante e anche leggermente esfoliante;
e inulina che ha proprietà idratanti, calmanti e riequilibranti.



Questa lozione/tonico è fantastica!
La sto usando ogni sera da 20 giorni e ho visto la pelle del mio viso molto più luminosa e pulita.
Affina i pori dilatati e riesce a tenere a bada tutti i brufoletti e le impurità del viso, sì qualche brufolo spunta lo stesso ma sono meno infiammati del solito.
L'unica pecca, se così si può dire, è l'odore della lozione che a me disturba un po, ma dopo qualche minuto sparisce.
Io la promuovo a pieni voti!