lunedì 15 maggio 2017

Ricette. Riso rosso con verdure

Il riso rosso o Ermes è un riso integrale nato dall'incrocio tra il riso venere e il risi indica. Il suo colore lo deve alla presenza di antociani, importanti per la nostra salute per la loro funzione antiossidante e preventiva nei confronti di malattie degenerative.
È un riso molto profumato, aromatico, fonte naturale di fibre, fosforo e magnesio.

Io lo uso spesso alternato al riso nero per primi piatti gustosi e colorati!

Dosi per 2 persone

160 gr di riso rosso integrale
3 carote
150 gr piselli congelati o ancora meglio freschi se li avete
Pomodorini datterino a piacere
Sale rosa dell' Himalaya
Curry
Pepe
Un paio di foglioline di basilico
Olio extravergine di oliva per condire.



La ricetta è super easy. 
Si mette a bollire l'acqua, si aggiunge il sale e si versa il riso che dovrà cuocere per 25-30 minuti.
Nel frattempo pelate le carote e tagliatele a rondelle. 
Cuocete insieme carote e piselli con un po di acqua, sale, pepe e un pizzico di curry.


Lavate e tagliate a metà i pomodorini.
Unite le verdure al riso, condite con olio extravergine di oliva, le foglioline di basilico e servite.
È buono sia caldo sia appena tiepido quasi freddo. Si conserva per un paio di giorni in frigorifero.

Voilà

Buon appetito :)
Fatemi sapere se replicate la ricetta ;)

Note:

Perché ho scelto il sale rosa dell'Himalaya?

A differenza del classico sale marino che contiene il 98% di cloruro di sodio, il sale rosa dell'Himalaya ne contiene poco ed è invece ricco di ferro, potassio, rame, zinco, iodio e tanti altri microelementi.
Puro con i suoi 84 elementi naturali ed oligoelementi, è prezioso per ripristinare il nostro equilibrio e rimuovere le scorie che accumuliamo anche assumendo sali da cucina industriali.
È di origine fossile e viene semplicemente lavato e macinato prima della commercializzazione, non contiene additivi e possiede altissime qualità bioenergetiche.
Contiene l'energia di cui il nostro corpo ha bisogno.
Tra le sue proprietà ci sono quelle di limitare il rischio di ritenzione idrica e di ipertensione grazie al suo ridotto contenuto di cloruro di sodio.
Il nostro intestino lo assorbe meno, il che è un bene, e il suo gusto rotondo tende a valorizzare il sapore dei cibi senza coprirlo.

mercoledì 10 maggio 2017

Riflessioni. Emozioni dolorose: tristezza e paura

Un’emozione è un evento sia mentale che fisico.
È una reazione psicologica automatica, che coinvolge mente e corpo. 
Le emozioni riflettono diversi aspetti della realtà e ci danno una nostra valutazione personale, una nostra risposta a essi: 
"mi fa bene o mi fa male"
“è per me o è contro di me”, 
“mi dà vantaggi o è dannoso per la mia persona”, 
“è da ricercare oppure è da evitare”.

Non ci sono emozioni negative e positive, ci sono solo emozioni. Negativa o positiva è solo la nostra reazione ad esse.



Paura e tristezza non vanno eliminate, non vanno evitate; ma accolte, vissute e comprese perché sono emozioni fondamentali per il nostro equilibrio e benessere psicofisico.

Smettere di sapere quello che proviamo vuol dire smettere di sperimentare il significato delle cose.


Possiamo imparare a riconoscere le nostre paure e accettarle.

Possiamo imparare ad ammettere quando siamo arrabbiati, e a parlarne tranquillamente.

Possiamo riconoscere quando soffriamo senza di fingerci indifferenti e chiedere aiuto se ne abbiamo bisogno.

Possiamo imparare a riconoscere e accettare le nostre emozioni senza perdere la testa.

Ma soprattutto dobbiamo imparare a chiederci: 
Che cosa stanno cercando di dirmi i miei sentimenti?


Pensare non è la soluzione a tutti i problemi, non è la panacea per tutti i mali, ma è un metodo importante e valido per conoscere se stessi e raggiungere così un equilibrio e un benessere nuovi migliorando un po la propria vita.

Ogni paura nasconde in sé il nostro più prezioso potere. 
Ognuno ha la paura che si merita perché in quel dolore c’è l’unica garanzia che non smetteremo mai di cercare. 
Anziché reprimere la paura dovremmo chiederci: cosa nascondeva la mia paura?
E una volta avuta la nostra risposta potremmo affrontarla e andare avanti.


Avere la tristezza nella nostra vita ci permette di riconoscere e provare la gioia.
Se viene repressa si crea una sorta di anestesia delle emozioni, un'apatia: non proveremo più dolore ma nemmeno gioia. Non ci sarà più il bianco, i colori e il nero; ma solo il grigio.

È importante dunque non reprimere le emozioni dolorose ma abbracciarle, accettarle, comprenderle e analizzarle per poter crescere e andare avanti più forti di prima.

Vi lascio riflettere con questa bellissima frase


Recensioni. VeraLab - Crema antirughe



Dal sito Bellavera
Descrizione
Serve per nutrire e dare nuova luce alla vostra pelle minimizzando i segni del tempo. È una straordinaria crema dalla formula ultra ricca (ma non unta) dedicata a tutte le pelli secche, stanche e bisognose di nutrimento. Contiene dei correttori ottici che donano al viso un effetto glow (luminoso) che minimizza le rughe. Contiene burro di Karité e Vitamina E ed ha una fragranza delicata. Ovviamente priva di allergeni.
È indicata a tutte le pelli over 35 che necessitano di nutrimento, luce e compattezza.

Inci
aqua, alpha-glucan oligosaccharide, caprylic/capric triglyceride, coco-caprylate, haberlea rhodopensis leaf extract, butyrospermum parkii butter, tocopheryl acetate, polyglyceryl-2 dipolyhydroxystearate, inulin, glycerin, polyglyceryl-3 diisostearate, tridecane, undecane, hydrogenated soybean oil, magnesium sulfate, parfum, cera alba, zinc pca, oryza sativa starch, hydrogenated soy polyglycerides, phenoxyethanol, ethylhexylglycerin, bha, c18-c21 alkane

Confezione: flacone airless da 50 ml
Prezzo: € 60

Bellavera.it

Recensione
Il profumo di questa crema è divino! 
Ha una consistenza corposa, molto densa e non è molto facile da stendere, frena sulla pelle, tanto che ti fa venir voglia di picchiettare la crema anziché massaggiarla.



Contiene burro di karitè, vitamina E e Haberlea Rhodopensis.
Il burro di karitè è ricco di vitamine e ha ottime proprietà nutrienti e antiossidanti, aiuta a prevenire le rughe perché rende la pelle elastica e tonica grazie al suo elevato contenuto di sostanze insaponificabili che stimolano la produzione di collagene ed elastina, schermando la pelle anche dalle aggressioni esterne con un film lipidico, senza occluderne i pori. 
La vitamina E è un buon antiossidante contro i radicali liberi e un ottimo emolliente per la pelle.
L'estratto di foglie di Haberlea Rhodopensis chiamata anche pianta della resurrezione ha molte interessanti proprietà:
è in grado di stimolare efficacemente le difese antiossidanti della pelle e indurre un incremento della sintesi di collagene ed elastina;
dona un netto miglioramento dell’elasticità e della luminosità della pelle;
protegge efficacemente dall’azione nociva dei raggi UV e anche in presenza di stress ossidativo è in grado non solo di preservare ma anche di ripristinare l’attività dei fibroblasti.


Nonostante gli ingredienti di pregio che contiene non sono riuscita ad usarla e ad apprezzarla pienamente perché non adatta al mio tipo di pelle mista. 
Credo possa essere apprezzata meglio da chi ha una pelle arida, secca e senescente.